giovedì 7 gennaio 2016

"Così ho fatto venire al mondo seimila bebè in 29 anni dilavoro" di Critina Panizza - Ostetrica


Il PERSONAGGIO Cristina Panizza "veterana" della sala parto

Il suo sorriso contagioso ha accompagnato generazioni di padova­ ni nel momento più bello del mondo. Se frequenti l'Azienda ospedaliera è diffi­cile non conoscere Cristina Panizza (nella foto), 48 anni di cui 29 accanto a mamme e bebè: oltre seimila quelli che ha visto nascere, dispensando a piene mani entusiasmo, consigli, preziose pillole di quotidiana saggezza.

Da un anno Cristina non è più in sala parto ma segue le purpere nei giorni e nei mesi succes­sivi al lieto evento, organizzando in ospedale in contri periodici, volontari e gratuiti, su allatta­mento, massaggio infantile, svezzamento, puericultura.  

In   servizio  al puerperio, insegna anche all'Universi­tà di Padova, corso di laurea in Ostetricia. «Rispondo alle domande a ruota libera di chi desidera raccontare di come si diventa con tenacia genitori. 

Esperienze a confronto, tutto molto bello. << Sono soddisfatta del risultato che ho raggiunto nel 2015 - racconta - con la consapevolezza che io non insegno niente, basta ascoltare le  mamme, sono  loro  che  insegnano  a  me  e "si grazie a tutte loro, e anche ai cuccioli».

Cristina Panizza anima anche un blog (che è pure sito internet e pagina Facebook), dal titolo esauriente:
"Mamme serene",  "Nessuno stato è così simile alla pazzia da un lato, e al divino dall'altro quanto l'essere incinta. La madre è raddoppiata, poi divisa a metà e mai più sarà intera"

Partendo da questo assunto di Erica Jong, Raffaella Bisson, laureata in Ingegneria biomedica a Padova e mamma di un bambino di tre anni, ha creato il gruppo di AIUTO "Mamme serene - Depressione in gravidanza e nel post partum", riconosciuto da Onda, l'Osservatorio nazionale sulla salute della donna. 

«In gravidanza sono entrata nel tunnel della depressione e all'epoca potevo contare solo sulla mia famiglia, sulla mia psicanalista e poche amiche. Ho dovuto lottare per trovare la via della serenità - annota - e per questo ora metto a disposizione di chi ne ha bisogno tutti gli strumenti utili per diagnosticare in tempo la  depressione, curarla e superarla ».

by (F.Capp.)






Nessun commento:

Posta un commento