domenica 31 maggio 2015

Vittoria sulla Depressione Post Partum

LA CICOGNA HA SBAGLIATO CASA

Monia Bergamo

Monia Bergamo

Una storia di vittoria sulla depressione post partum

Concordia Sagittaria
“Sono diventata mamma e mi sento in colpa: non credo di essere una mamma adeguata per mia figlia… Tutti volevano che la Monia di un tempo facesse ritorno, io sapevo che la Monia di ora era morta dentro. La depressione post partum ti porta via la vita. La condizione di disperazione in cui mi trovavo mi faceva pensare di essere una donna né viva né morta”. Monia Bergamo, socia della Cooperativa sociale Itaca e dal 2005 impegnata nel servizio di assistenza domiciliare di Caorle, in “La cicogna ha sbagliato casa” (Galassia Arte, 2014) ha voluto raccontare una storia di vittoria sulla depressione post partum.
“Questo è un argomento molto delicato e purtroppo ancora tabù. E’ giusto che le mamme disperate non si sentano sole e abbandonate, per questo vorrei far conoscere il mio libro”. Promosso dal sito ufficiale della depressione post partum www.depressionepostpartum.it, gestito dal Centro Psiche Donna dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano e dall’Onda – Osservatorio nazionale per la salute della donna, “La cicogna ha sbagliato casa” alza il velo su un tema di cui si parla troppo poco. Ma andiamo per ordine.


 "La depressione post partum, che compare cioè dopo il parto, è una particolare forma di disturbo nervoso che colpisce alcune donne a partire dal 3° o 4° giorno dopo la nascita del figlio e che può avere una durata di diversi giorni, manifestandosi in qualche caso come depressione vera e propria, accompagnata da forme di psicosi. Secondo una indagine del 2008, insorge nel 13% delle donne durante le prime settimane dopo il parto, il 14.5% ha un nuovo episodio depressivo maggiore o minore nei primi tre mesi postnatali e il 20% sperimenta una depressione puerperale nel primo anno dopo il parto. In generale, oltre il 70% delle madri, nei giorni immediatamente successivi al parto, manifestano sintomi leggeri di depressione, in una forma denominata “baby blues” o “maternity blues”, con riferimento allo stato di malinconia che caratterizza il fenomeno. (Fonte www.dica33.it)."

Di depressione post partum si parla poco… “E’ vero, quasi nessuno ne parla, eppure succede di frequente con la nascita di un bambino. La maternità – spiega Monia Bergamo – è uno degli eventi più belli per una donna, ma anche il più sconvolgente. La depressione post partum è una malattia da cui si guarisce, non bisogna vergognarsene né sentirsi in colpa, va affrontata con l’aiuto dei nostri cari e con il supporto di medici e specialisti competenti. Questo libro per me è stato un viaggio interiore, il mio, che mi ha fatto attraversare la depressione post partum con coraggio e umiltà. Spero che possa aiutarvi, amiche care, a ritrovare la vostra strada”.


In “La cicogna ha sbagliato casa”, l’autrice si rivolge proprio alle donne, alle mamme e porta tra le mani del lettore una storia vera, una difficile passeggiata in una vicenda molto personale. Ci lascia entrare dalla porta che l’ha vista partecipe di una storia di frustrazione e negatività, ma racconta soprattutto il suo percorso e la riemersione dopo l’apnea, con tutta la positività che l’evento dell’essere mamma porta con sé.
Nata a Portogruaro nel 1974, Monia lavora in Itaca dal 2005 come assistente domiciliare al Sad di Caorle, vive a Concordia Sagittaria con il marito e le due figlie, di 18 e 5 anni. E’ proprio con la sua seconda maternità, avvenuta con una distanza di quattordici anni dalla prima, che Monia cade in apnea.
Parlaci della tua decisione di mettere su carta quel salto nel buio.
“Non è stata una scelta facile, anche se sono convinta sempre di più di aver fatto bene a liberarmi da quei demoni, a mettermi a nudo raccontando quel volo. Avevo il timore di essere giudicata, di essere etichettata come una malata di mente, ma ho scelto, grazie anche al sostegno della mia famiglia, di affrontare le mie paure per dare speranza alle mamme in difficoltà che sarebbero venute dopo”.
“La cicogna ha sbagliato casa” è un libro di 136 pagine, uscito nel giugno 2014 con il marchio Galassia Arte, che mette in risalto il tema della maternità, in una chiave diversa rispetto alla “normalità”, che tende a dipingere la maternità quasi esclusivamente come un evento meraviglioso per la donna. Monia Bergamo, invece, in uno dei pochi libri mai pubblicati sulla depressione post partum, la descrive con dinamiche diverse, prima tra tutte l’inadeguatezza di rivestire il ruolo di madre.
Un viaggio interiore raccontato in tempo quasi reale.
“Scrivere per me è stata la vera terapia che mi ha condotto alla fine del tunnel. I capitoli sono stati stesi durante tutte le fasi del mio post partum. Non ho atteso la guarigione per raccontare la mia storia, ogni riga scritta corrisponde a ogni istante di disagio esistenziale vissuto.
Dal punto di vista narrativo è la storia di un viaggio interiore alla ricerca della guarigione e della salvezza. Sono entrata in contatto con me stessa, con i ruoli che ho svolto nella vita, con i miei bisogni, la mia identità profonda”.
Ma i bambini li porta davvero la cicogna?
“Quella maternità che inizialmente ho immaginato come una cicogna, riprendendo un’immagine che fa parte dell’immaginario collettivo, in realtà non è una metafora. E’ esistita davvero, l’ho vista per la prima volta in Turchia durante un viaggio, un’immagine profetica che mi stava annunciando che presto sarei diventata mamma per la seconda volta. Durante la mia depressione post partum ho pensato in più occasioni che la cicogna potesse aver sbagliato casa, mi sentivo inadeguata nel ruolo di madre, credevo di non meritarmi la mia bambina. Ma poi la cicogna è ritornata, mi ha abbracciato e mi ha fatto capire che non aveva sbagliato casa”.
Nel mese di febbraio del 2015, Raffaella Bisson una mamma guarita dalla dpp, ha fondato – assieme ad altre mamme tra cui Monia Bergamo stessa, ad un’ostetrica, una psicoterapeuta, una ginecologa e un naturopata – il primo gruppo di auto aiuto sulla depressione in gravidanza e nel post partum. L’obiettivo è ascoltare e supportare le neo mamme e i neo papà nelle difficoltà del pre e post partum.
“La cicogna ha sbagliato casa” è disponibile in tutte le librerie su ordinazione, anche online. Info e contatti www.edizionigalassiaarte.it, pagina Facebook La cicogna ha sbagliato casa.

Nessun commento:

Posta un commento